Gennaio 11, 2021

Word Digital Stories. The Switcher.

Reading Time: 3 minutes

Questa è la pagina dedicata ai possessori dei libri “The Switcher” e “Word Digital Stories”.

The Switcher. Word Digital Stories.
The Swichter – Word Digital Stories

Qui troverai contenuti esclusivi, aggiornamenti e approfondimenti relativi ai temi trattati nei miei libri.

Se non hai ancora uno dei titoli (o entrambi), puoi acquistarli su Amazon a questi link:

1- The Switcher qui

2- Word Digital Stories qui

Prima però vorrei raccontarti qualcosa.

Io non sono uno scrittore. La scrittura non era tra le mie ambizioni di ragazzo e non pensavo di certo di approdare a questo mondo in età adulta. Nonostante questo, però, scrivere un libro è stata, per me, un’esperienza talmente formativa e interessante che ho deciso di ripeterla.

The Switcher

Nel 2017, infatti, dopo anni e anni di studio teorico, di ricerca sul campo, di effettivo “lavoro” nel mondo della pubblica amministrazione e della sua travagliatissima transizione al digitale, ho deciso quasi casualmente di raccogliere tutte le situazioni, le riflessioni e le vicende che ho vissuto in un piccolo volume. Senza nemmeno rendermene conto, in pochi mesi era nato The Switcher, una sfida che credo di aver vinto.

Se lo hai letto, sai che tutti i temi trattati in queste pagine, nascono da episodi che ho realmente vissuto nell’esercizio della mia professione, a stretto contatto con la Pubblica Amministrazione. Al centro, però, c’è sempre il mio strumento preferito: il digitale. Quello strumento che, fuori da considerazioni etiche talvolta necessarie, può veramente facilitarci la vita; può semplificare i nostri sforzi e permetterci di raggiungere i risultati.

Un po’ come l’aragosta di Marden. Se hai letto The Switcher, sai di che parlo. Se non l’hai ancora fatto, spero che scoprirai presto di che aragosta sto parlando.

Se non hai ancora letto The Switcher e vuoi delle anticipazioni, vola sul mio blog a questi link:

  1. Perché dovremmo pensare come Zuckerberg.
  2. La grande differenza tra ignorare e non sapere.
  3. Scegliere il digitale: il protocollo informatico
  4. “Ma abbiamo sempre fatto così”. E quindi?

Word Digital Stories

Tre anni dopo, durante questo interminabile e difficile 2020, ho deciso di lanciarmi in un nuova sfida. Nasceva così Word Digital Stories. Questa volta, però, non ho preso spunto dal mio vissuto. Anche se, sei hai già letto il libro, sai che non è del tutto vero.

Word Digital Stories ha una piccola ambizione: vuole essere un glossario delle parole del digitale. Dentro troverai parole che utilizziamo quasi tutti i giorni. Analytics, Engangement, Like, Marketing, Privacy. Parole molto inflazionate di cui spesso ignoriamo il significato più immediato, quello reale.

L’esigenza di scrivere Word Digital Stories è nata proprio da una presa di coscienza. Spesso, mi sono ritrovato a parlare anche con esperti di digitale che, messi di fronte alla domanda sul significato delle parole, cercavano sempre di sfuggire. Io stesso ho capito, molte volte, di non saper spiegare questi significati. Allora, ho capito che il modo più semplice di spiegare un concetto è raccontando una storia.

Se non hai ancora letto Word Digital Stories e vuoi delle anticipazioni, vola sul mio blog a questi link:

  1. Hyperloop: il treno del futuro?
  2. Privacy e diritto all’oblio: il caso del decennio
  3. Attento a cosa twitti: l’importanza della web-reputation
  4. Intercettare e perdere il target.
  5. Cosa sono le Soft Skills?
  6. Alla scoperta del nuovo mondo dell’informatica quantistica.
  7. Gli architetti dell’esperienza digitale: Ux.
  8. Uomini e macchine: entrambi dobbiamo avere paura dei virus?
  9. Innova il tuo business o rischi di fare la fine di Kodak.